lunedì 10 febbraio 2014

AD MAIORA

Molte cose sono cambiate, dentro e fuori di me! Fuori sono più cicciottella, qualche rughetta in più, i capelli sempre crespi, marito e figlio ancora al seguito. Dentro invece forse ho fatto il cambiamento migliore...sono arrivata alla soglia dei 30. I 30 erano un traguardo inarrivabile, solo Celina, la mia commmmmare quattordicenne che mi battezzo'una vita fa, ci era arrivata, io avevo 16 anni e mi andava bene così! Quando hai sedici anni hai tutto il tempo che vuoi per fare cazzate, per divertirti e per dire "poi lo farò". Ora invece (ad agosto sono 32) il "poi lo farò" non lo posso più dire, al massimo posso provare a farlo subito sperando che non sia già tardi. È per questo che ho deciso di riprendere in mano la mia vita facendo solo ed esclusivamente quello che mi piace. Lasciato il mio lavoro di receptionist, cerco di fare quello che ho sempre sognato: LO CHEF, anzi il Personal Chef. Nel frattempo ho fatto dei corsi con delle persone fantastiche (compresa la mia sorellona Serena, compagna di mille avventure, persona stupendissima e 6 ripeto 6 anni piu grande di me) ed ho avuto la qualifica grazie alla www.fippc.com, la mia Federazione! Cosa dire di più? Tutto il resto è noia!!! Era da qualche anno che mio padre mi supplicava di fargli gli gnocchi, mia madre, per dispetto, non glieli fa mai! :) GNOCCHI ALLA SORRENTINA (Per 5 persone) Per gli gnocchi: 1 kg di patate 1 uovo 300 gr di farina Sale e pepe Per il condimento: 1 mozzarella da 300 gr Sugo di pomodoro fresco qb 100 gr di parmigiano grattugiato Olio evo ●Lavare le patate e bollirle con la buccia in acqua salata, ancora calde pelarle e schiacciarle con lo schiacciapatate. ●Su una spianatoia unire le patate alla farina, salare, pepare e cominciare ad amalgamare gli ingredienti. Unire l'uovo e lavorarare il composto finché non risulti omogeneo. ●Creare dei filoni di 3 cm e tagliare gli gnocchi, rigarli con l'apposito rigagnocchi. ●Cuocerli in acqua salata, saranno pronti quando risaliranno a galla.
●Versare gli gnocchi in una pirofila, condirli con olio evo, la passata di pomodoro, il formaggio e la mozzarella tocchetti (Io poi li ho trasferiti nelle cocotte monoporzione). Infornarli per 10 minuti a 200° in modalità grill.

domenica 22 maggio 2011

CALAMARI RIPIENI




Ingredienti:
500 gr. di  calamari medi
pane grattato qb
1 uovo
40 gr. di burro
100 gr. di mortadella a dadini
50 gr. di formaggio toscanello
pepe qb
prezzemolo


Procedimento:
1) Tagliare i tentacoli e la testa dei calamari a pezzetti e saltarli con il burro in una pentola antiaderente ILLA.
2) In un recipienti unire la mortadella, il pan grattato, il formaggio, il pepe, il prezzemolo e l'uovo.  Rendere il composto ben amalgamato.
3) Unire i tentacoli e le teste al composto.
4) Riempire i calamari e chiuderli con uno stecchino.
5) Nella pirofila LE CREUSET mettere il burro e disporre i calamari. Infornare a 180° per circa 20 minuti.




venerdì 20 maggio 2011

al lupo al lupo: Finocchi patentati


Leggete quest'articolo del mio amicuzzo Danilo Lupo!

al lupo al lupo: Finocchi patentati: "Per condividere questo post non occorre essere gay. Però un po' aiuta: non per quella peculiare sensibilità che gli omosessuali troppo spes..."


lunedì 16 maggio 2011

FOCACCIA BARESE DOP E LECCESE DOC



Da più piccola con la mia sorellabbbbusiva Viviana andavamo spessissimo a Trani per vacanza (in realtà ci andiamo ancora adesso) e la mia zietta ci faceva sempre trovare la focaccia barese appena sfornata, roba da svenire solo sentendo l'odore!
Qui ve la ripropongo in versione leccese, cioè ricetta tradizionale + modifiche di mia invenzione!




Ingredienti:
farina 0 di grano tenero manitoba Molino Chiavazza 500 gr
patate lesse  2
sale  1 cucchiaino e mezzo
zucchero  1 cucchiaino e mezzo
lievito di birra 1/2 panetto
acqua  200 ml
olio evo
pomodorini pachino 300 gr.


Procedimento:
1) Mettere la farina a fontana in un recipiente. Aggiungere il sale e lo zucchero.
2) Unire le patate lesse schiacciate.
3) Sciogliere il lievito in crca 200 ml di acqua tiepida ed aggiungerlo all'impasto.
4) Lavorarlo finché non risulti omogeneo.
5) Lasciarla lievitare per 2 ore.
6) Stendere l'impasto nella teglia e lasciarlo lievitare per un'altra ora.
7) Aggiungere l'olio evo, i pomodorini tagliati in due e capovolti ed infornare a 180° per 40 minuti.
Il tagliere in bamboo della linea show e la teglia della linea La dolcetteria sono di 
GP & me, gli utensili da cucina con i fiocchi.




Non riuscendo a scegliere tra dolce e salato...sì, due gusti sono meglio di uno..non mi fate scegliere daiiiiiiiiiii! Ok ok ok per ora, e solo per ora, vi dico che scelgo il salato, ma non escludo di cambiare idea! :) Partecipo al contest di Tina e Vicky 






Partecipo inoltre al contest di Stefano e Veronica











sabato 7 maggio 2011

MINI MINI CHEESE CAKE PER MAXI MAXI MAMY E MAXI MAXI CHEESE CAKE PER MINI MINI MAMY, CIOE' IO!

Il titolo mi sembra abbastanza chiaro no? Doppio dolce perché in famiglia le mamy sono due! Mia mattrrrhe ed io! Ho deciso di fare gli auguri alla mia mammina con il MIO dolce preferito.. ovvio no?!?!?Dolce travvaggggghiato fu questo, innanzitutto perché prima di capire quale delle milleeduecento ricette di cheese cake volessimo fare sono passate due ore (ed io ho dovuto far saltare l'appuntamento dalla mia estetista fingendomi malata!), poi perché prima di capire cosa mancasse in frigo e cosa dovessimo andare a comprare al supermercato (assolutamente sprovvisto di ogni cccosa e con banco frigo mai esistito e magicamente comparso in fondo al corridoio) sono passate altre due ore. I protagonisti di questa affaccendata faccenda sono tanti: mia mattrrrhe, mia sorella, Andrea il Fresco, Andrea il Fotografo e Alessandrino (unica colpa di quest'ultimo è essere nato in una famiglia sui generis).
Alla fine ce l'abbiamo fatta!Cheese Cake in stampo da 24 cm e mini cheese cake molto deliziosi allo sguardo (che non hanno fatto neanche in tempo a raffreddarsi perché ce li siamo mangiati appena usciti dal forno....dai..tanto c'è quella grande!!!).
AUGURI MAMMINA MIA


Ingredienti (per stampo da 24 cm e per 6 tartelettes):
300 gr. di biscotti tipo digestive
150 gr. di burro  a pezzettini
350 gr. di formaggio cremoso
450 gr. di ricotta
 4 uova
250 gr. di zucchero
scorza grattugiata di 1 limone
50 gr. di amido di mais Molino Chiavazza  
150 gr. di frutti di bosco (fragole, more, lamponi)

Procedimento:
1) Con il mixer da cucina frullare i biscotti con il burro.
2) Schiacciare i biscotti nello stampo a cerniera apribile Pedrini e nello stampo tartelettes Amelie Guardini e lasciare riposare in frigo per 30 minuti circa.
3) Nel mixer unire l'amido di mais Molino Chiavazza, la ricotta, il formaggio cremoso, le uova, 200 gr. zucchero e la scorza di limone finché non risulti un composto liscio ed omogeneo.
4) Infornare a 150° per circa un'ora (è pronto quando il centro risulterà sodo al tatto).
5) Nel mixer unire i frutti di bosco con 50 gr. di zucchero e frullare finché non diventino una cremina.
6)Tolta la torta e le tartelettes dal forno, spalmare sopra i frutti di bosco, lasciare raffreddare e conservare in frigorifero per qualche ora prima di servire. Per le mini cheese cake ho utilizzato i pirottini Decora.





mia sorella Coco ed io che lavoriamo per l'opera finale ph. Andrea il Fresco
Con questa ricetta partecipo allo splendido contest di Le ricette di Tina e Arte in cucina che, in collaborazione con Pedrini, mi chiedono se Two gust is megl che one?
Sicuramente two is megl che one ma dovendo proprio proprio proprio scegliere voto il dolceeee!


Partecipo inoltre al contest di Laura che ci ricorda la primavera appena arrivata, così come i frutti di bosco mi ricordano la mia adorata Calabria con tutti quei frutti selvatici che si possono raccogliere per strada di questo periodo! Finalmente è primavera!




Partecipo anche alla raccolta di Irina 





martedì 3 maggio 2011

RISO, PATATE E COZZE chi offre di più?

Ricetta salentinissima! Ha vari nomi e c'è chi, per esempio, ci aggiunge le zucchine ( noi non ne avevamo a casa!!! :) ).
Di ritorno dalle feste pasquali ci voleva una cosina leggera no?
Per questa delizia ho utilizzato la pirofila rettangolare in gres smaltato di LE CREUSET




Ingredienti (per pirofila da 32 cm):
riso 300 gr.
patate 3 
cozze 2 kg
formaggio grattugiato qb
brodo vegetale qb
vino bianco qb
pane grattugiato qb
cipolla
aglio
olio evo

Procedimento:
1) In un tegame scaldare l'olio con la cipolla e l'aglio.
2) Versare il riso e tirarlo con il vino bianco.
3)Cucinarlo per 10 minuti aggiungendo il brodo vegetale.
4)Disporre nella pirofila Le Creuset uno strato di pane grattugiato, poi aggiungere le patate tagliate a rondelle, le cozze, il riso ed il formaggio. Ripetere l'operazione un'altra volta.
5)Aggiungere uno strato di pane grattugiato ed infornare a 180° per 40 minuti circa.







E finalmente ce l'ho fatta a postare questa ricetta per partecipare al contest di Stefano e Veronica "i mangiatori di patate"!!!Partecipate anche voi sù!!!!




Inoltre quale miglior ricetta per proclamare che Finalmente è primavera dato che da noi è proprio questo il periodo in cui si ricomincia ad usare le amatissime cozze! Non sia mai ad usarle di inverno...io poi, prima perché ero incinta e poi perché allattavo, ho fatto digiuno per circa due anni (che per noi salentini sono una vita!!!!), quindi, oltre a Finalmente è primavera, potrei partecipare anche al contest Finalmente sono ritornata normale!!!
Cara Laura, questa ricetta è per te!



martedì 19 aprile 2011

CREMA CATALANA CON SORELLA CALABRESE

La differenza tra mia sorella e me è tanta! Me ne accorgo anche quando facciamo le ricette insieme...lei è tutta precisina mentre io sono un po' "rrrronza e camina", come si dice da noi!!! :)
"RRRRonza e camina" sta per "superficialotta nel fare le cose" hihhihi e puntualmente lei mi ripete (con aria saccente tipo signorina Rottermaier): "Sbaglio o tu hai un blog di cucina!?!?!" mmmmmmmmhhh che nervi!
Comunque...una mia nuova collaborazione è


azienda francese che produce, dal 1925, pentole in ghisa smaltata di altissima qualità. Ogni singolo pezzo in ghisa è lavorato A MANO e viene poi ricoperto con smalto a base di vetro per rendere il prodotto IGIENICO, DURATURO E VERSATILE.
Vi invito a visitare il loro sito Le Creuset per visionare tutti i  prodotti disponibili.
Per quanto riguarda il mio blog invece vedrete di volta in volta gli stupendi pezzi con il quale mi hanno omaggiata.
Partiamo subito con le cocotte di diametro 10 cm che mi hanno ispirato, cioè che hanno ispirato mia sorella e me ( senò chi la sente quella!!!) a fare la semplice ma speciale crema catalana.



Ingredienti:
500 ml di latte
1 limone
25 gr. di amido di mais Molino Chiavazza
4 tuorli
100 gr. di zucchero
cannella qb
noce moscata qb
zucchero di canna qb

Procedimento:
1) Sciogliere l'amido di mais Molino Chiavazza in un po' di latte freddo
2) Grattugiare la buccia del limone e metterla in un tegame insieme al latte, a metà dose di zucchero ed alla cannella.
3) Mescolando, portare il tutto ad ebollizione e togliere poi dal fuoco.
4) Lavorare a parte i tuorli d'uovo con il restante zucchero e l'amido di mais Molino Chiavazza sciolto nel latte.
5) Dopo aver lavorato bene il composto, aggiungere il latte bollente preparato prima e continuare a mescolare.
6) Mettere il composto in un tegame e portarlo ad ebollizione per circa 2 minuti. 
7) Versare la crema ancora calda nelle cocotte Le Creuset
8) Lasciarla raffreddare, cospargerla di zucchero di canna e infornarla per pochi minuti sotto il grill del forno per caramellare lo zucchero.
N.B. Se non si deve servire subito, una volta raffreddata, conservare la crema nel frigorifero.
 Metterla nel grill del forno solo al momento di servirla.




Nelle foto abbiamo scelto di mettere i tulipani della mia mamma, sono in assoluto i fiori che lei adora di più! Noi adoriamo lei quindi... :)  Ogni qualvolta ci sia un evento con lei protagonista andiamo sul sicuro con questo fiore. Questi precisamente erano per il suo compleanno che cade nei primi giorni di primavera e.....quale fiore migliore allora per dire FINALMENTE E' PRIMAVERA!!!
Il contest di Laura ci ha ispirate!